Pizzeria da Max a Bossolasco


Oltre 70 coperti con piscina e terrazza


La Pizzeria da Max a Bossolasco, in provincia di Cuneo, accoglie la clientela in un ambiente semplice e spazioso, con una vista spettacolare sulle Alte Langhe e le montagne che si può apprezzare soprattutto durante la bella stagione cenando in terrazza.  Con oltre settanta coperti, la Pizzeria da Max propone piatti caldi a pranzo e pizza e bruschette a cena. 

La pizza, sottile, viene preparata secondo la ricetta tradizionale e solo con i migliori ingredienti, la bruschetta è una sfiziosa alternativa alla pizza e il vino in caraffa è all’altezza delle aspettative di locale nel cuore delle Langhe piemontesi, a poca distanza da Barolo e Alba. Gli antipasti freschi sono fatti in casa con prodotti tipici delle Langhe e di Bossolasco come il buon vino. Durante il periodo estivo è a disposizione dei clienti la piscina riscaldata da pompe di calore (orario estivo dalle 09.30 alla 01.00. Il personale della Pizzeria da Max, sempre simpatico e cordiale con tutti, è disponibile a organizzare feste ed eventi di vario genere nella piscina del locale. 


La Pizzeria da Max di Bossolasco è aperta dalle 8.30 della mattina all’1 di notte, tutti i giorni in estate tutti i giorni, dal martedì alla domenica in inverno.

Il Paese delle Rose


Il suggestivo centro storico di Bossolasco, nell’Alta Langa, è valso al paese l’appellativo di “Paese delle Rose” e di “Portofino delle Langhe”.
Lungo la via centrale di Bossolasco, crescono profumate rose di tutte le varietà, e in estate tutto il paese viene impreziosito con coloratissimi fiori che gli permettono di partecipare al concorso “Comune Fiorito”. Il borgo emoziona e tocca il cuore dei suo visitatori anche attraverso l'opera monumentale "L'angelo dell'Alta Langa" a firma dell'artista Daniele Cazzato.
La statua, inaugurata il 7 giugno 2015 in piazza XX settembre, rievoca quando, all'epoca della Seconda guerra mondiale, tutto il paese si strinse attorno ad un gruppo di ebrei in fuga dall'oppressione nazista e accogliendoli, nascondendoli e proteggendoli, salvò loro la vita.
Da non perdere anche il Parco della Resistenza che si raggiunge passeggiando in direzione di Alba, fino al Pian della Croce. Da qui, imboccando una scalinata o una salita ciclabile, si raggiunge il Colle della Resistenza. All'ingresso i visitatori del Parco sono accolti dai versi di una poesia scritta appositamente dal Poeta Ungaretti per questo colle: "Qui vivono per sempre gli occhi che furono chiusi alla luce perché tutti li avessero aperti per sempre alla luce".
Inaugurato nel 1968, il parco è dedicato alla libertà ed a coloro che per essa hanno combattuto, è immerso in una selva che ricrea quella che un tempo ricopriva la Langa.